Home  /  Missionari Comboniani

I Missionari Comboniani prendono il loro nome da San Daniele Comboni, primo vescovo dell'Africa Centrale.
L'istituto annovera missionari, sacerdoti e fratelli, che si dedicano all'evangelizzazione e promozione umana in Africa, America, Asia e Europa, con particolare attenzione al mondo afro.

I Missionari Comboniani - oggi circa 2.000 - promuovono e sostengono i movimenti popolari che operano per il recupero della memoria storica e della dignità dei popoli e delle culture.

S'impegnano nei centri per la difesa dei diritti umani e accompagnano i movimenti di rivendicazione dei senza terra e dei senza tetto.

Dedicano un'attenzione speciale ai giovani e alla loro formazione scolastica e professionale, fondando e gestendo scuole nelle periferie delle città e nei villaggi sperduti delle aree rurali e della foresta.

Si adoperano, in tutti i continenti, per la nascita e lo sviluppo di piccole comunità cristiane ritenute lo strumento forse più efficace di evangelizzazione e nuovo modo di "essere chiesa". Collaborando a rendere le chiese locali sempre più autonome e capaci di autogestione, i Comboniani sentono di incarnare, nel nostro tempo, la grande intuizione di Daniele Comboni: "Salvare l'Africa con l'Africa".

VAI AL SITO UFFICIALE DEI COMBONIANI IN ITALIA

CRONOLOGIA

La cronologia comboniana dalla nascita del suo fondatore nel 1831 ad oggi.
1831: Nasce Daniele Comboni a Limone sul Garda (Brescia).
1867: Comboni fonda l'Istituto per le Missioni dell'Africa, oggi Missionari Comboniani (MCCJ).
1872: Comboni fonda l'Istituto delle Pie Madri della Nigrizia, oggi Missionarie Comboniane (SMC).
1872: Daniele Comboni fonda la rivista Annali del Buon Pastore, "progenitrice" di Nigrizia.
1877: Comboni è vicario apostolico dell'Africa Centrale e consacrato vescovo con sede a Khartoum, in Sudan.
1881: Daniele Comboni muore a Khartoum (Sudan).
1883: Nasce la rivista Nigrizia, "Il mensile dell'Africa e del mondo nero", come continuazione degli Annali del Buon Pastore, fascicoli bimestrali che riportavano principalmente testi di Daniele Comboni.
1895: Nigrizia diventa mensile.
1927: Esce il primo numero de Il Piccolo Missionario con il sottotitolo "Mensile Illustrato della Gioventù".
1938: Viene istituito il Museo africano di Verona.
1948: Appaiono le prime tavole a fumetti su Il Piccolo Missionario.
1958: Nigrizia esce con una grafica nuova e diventa rotocalco.
1960: (in poi) Il Piccolo Missionario diventa a colori e cambia più volte formato.
1969: Nasce Nigrizietta bollettino sull'Africa e le missioni. In seguito denominato Missionari comboniani - Azione missionaria.
1970: (in poi) il Museo africano si trasforma in luogo di studio etno-antropologico sull'Africa.
1978: Il Piccolo Missionario raggiunge una tiratura di 140mila copie sotto la direzione di padre Lorenzo Gaiga.
1978: Nasce Fatmo "Finestra aperta sul terzo mondo", studio di produzioni radiotelevisive dei Missionari Comboniani in Italia.
1980: (circa) Nascono la Fototeca e l'Emeroteca, dopo il trasferimento della redazione di Nigrizia da Roma a Verona.
1981: Nigrizia e il Centro Missionario Diocesano di Verona danno vita alla Rassegna del Cinema Africano, appuntamento annuale.
1993: Il Piccolo Missionario esce in versione moderna "tutto colore"
1993: La Biblioteca viene aperta al pubblico.
1995: Fatmo muta l'acronimo in "Fatti, attualità e testimonianze dal mondo".
1995: Nigrizia apre il suo web site, diventando una delle prime riviste italiane ad avere un sito Internet.
1996: Il Piccolo Missionario inaugura il logo PM.
1996: Il Museo africano è interamente ristrutturato.
1996: Daniele Comboni è beatificato da Giovanni Paolo II.
1999: (in poi) I programmi Fatmo hanno diffusione satellitare, grazie alla collaborazione del canale radiofonico digitale della Conferenza episcopale italiana Sat2000-In Blu.
2003: Canonizzazione di Daniele Comboni.
2006: Il Museo africano è radicalmente modernizzato e diventa Ma - Museo africano.
2007: La Rassegna del Cinema Africano diventa Festival.
2007: Nascono e il Centro Comboni Multimedia dei Missionari Comboniani di Verona e Nigrizia Multimedia rinnovando la già esistente Fatmo.
2008: Nasce Nimedia.it, il sito multimediale Nigrizia Multimedia poi inglobato in Nigrizia.it.
2008: Nasce Afriradio la prima radio web interamente dedicata all'Africa.
2009: Viene costituito il Comitato del Festival di Cinema Africano di Verona da: Centro Missionario Diocesano, Nigrizia Multimedia, Progetto Mondo Mlal, CrescereInsieme onlus.
2009: Nigrizia è disponibile on line e scaricabile dal sito.
2010: Nasce la Fondazione Nigrizia onlus.
2012: Diffusione del messaggio di San Daniele Comboni per mezzo delle nuove biografie.
2014: Riapre il Museo Africano completamente ristrutturato.
2015: Capitolo dei missionari comboniani.

Per contribuire (donazioni libere) ci si può servire di queste indicazioni:

Bonifico bancario presso Banca Popolare BPM Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus
IBAN: IT23M0503411715000000012639
Causale: Progetto AF96 - COSTRUZIONE POZZO

Oppure con il conto corrente postale numero: 7452142
Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus
Le vostre offerte sono detraibili/deducibili fiscalmente