Home / Store / IT52 - CASTEL VOLTURNO ED EMERGENZA COVID 19

IT52 – CASTEL VOLTURNO ED EMERGENZA COVID 19

IT52 – CASTEL VOLTURNO ED EMERGENZA COVID 19

Donazione libera

Informazioni Personali

Totale Donazione: 1,00€

COD: W_PR_IT52 Categoria:

Descrizione

Le condizioni già precarie per gli oltre 10 mila africani di Castel Volturno, provincia di Caserta, la maggior parte dei quali con un permesso ancora da regolarizzare (oltre a una cittadinanza di 26 mila abitanti residenti), si sono aggravate a causa della quarantena e della povertà. Purtroppo Castel Volturno è uno dei comuni più a rischio del Sud d’Italia.
Questa terra è chiamata anche la “Terra dei fuochi” per le milioni di tonnellate di rifiuti tossici sversate negli ultimi trent’ anni nelle terre fertilissime del Casertano e dell’alto Napoletano.
Molti di questi migranti erano ingaggiati in lavori in nero nell’agricoltura, filiera bufalina, edilizia e d’estate sulle spiagge, ristoranti e pizzerie.
Ora tutto è bloccato, e migliaia di persone sono in situazioni di grande precarietà.
Noi comboniani stiamo rispondendo a questa emergenza anche con alcuni volontari africani (Nigeriani e Ghanesi) e italiani e in sinergia con il Comune, la Caritas di Capua, le parrocchie cattoliche, Emergency, il centro sociale di Caserta, Croce Rossa e volontariato laico e varie associazioni.
C’è bisogno di tutto, dal cibo, alle medicine, ai prodotti di prima necessità.
Vi ringraziamo per ciò che potrete donare per dare speranza e futuro ai cittadini di Castel Volturno, africani e italiani.

GRAZIE!!

LA COMUNITA’ COMBONIANA DI CASTEL VOLTURNO

Per approfondire:

Il mattino – Coronavirus a Castel Volturno

Intervista a P. Moschetti Daniele – Missionario Comboniano di Castel Volturno

Responsabile progetto: Comunità Comboniana di Castel Volturno

Le condizioni già precarie per gli oltre 10 mila africani di Castel Volturno, provincia di Caserta, la maggior parte dei quali con un permesso ancora da regolarizzare (oltre a una cittadinanza di 26 mila abitanti residenti), si sono aggravate a causa della quarantena e della povertà. Purtroppo Castel Volturno è uno dei comuni più a rischio del Sud d’Italia.
Questa terra è chiamata anche la “Terra dei fuochi” per le milioni di tonnellate di rifiuti tossici sversate negli ultimi trent’ anni nelle terre fertilissime del Casertano e dell’alto Napoletano.
Molti di questi migranti erano ingaggiati in lavori in nero nell’agricoltura, filiera bufalina, edilizia e d’estate sulle spiagge, ristoranti e pizzerie.
Ora tutto è bloccato, e migliaia di persone sono in situazioni di grande precarietà.
Noi comboniani stiamo rispondendo a questa emergenza anche con alcuni volontari africani (Nigeriani e Ghanesi) e italiani e in sinergia con il Comune, la Caritas di Capua, le parrocchie cattoliche, Emergency, il centro sociale di Caserta, Croce Rossa e volontariato laico e varie associazioni.
C’è bisogno di tutto, dal cibo, alle medicine, ai prodotti di prima necessità.
Vi ringraziamo per ciò che potrete donare per dare speranza e futuro ai cittadini di Castel Volturno, africani e italiani.

GRAZIE!!

LA COMUNITA’ COMBONIANA DI CASTEL VOLTURNO

Per approfondire:

Il mattino – Coronavirus a Castel Volturno

Intervista a P. Moschetti Daniele – Missionario Comboniano di Castel Volturno

Responsabile progetto: Comunità Comboniana di Castel Volturno