il Museo africano si rinnova con il tuo contributo
Nuovo Percorso didattico e culturale del Museo africano
Scopri le proposte educative che il Museo africano offre per vivere in maniera informale gli spazi museali, veicolando attraverso il gioco e i laboratori, la trasmissioni di saperi, di conoscenza, di informazione. L'obiettivo principale dell'attività didattica al Museo africano è di occuparsi di educazione interculturale. In tale contesto s'inserisce la Fondazione Nigrizia, che grazie alle storiche riviste Nigrizia e PM-Il Piccolo missionario, alla radio on line Afriradio, e alla specializzata Biblioteca di Nigrizia, opera per creare una base ideale per la formazione di un centro multiculturale d'informazione sul Sud del mondo.

http://www.museoafricano.org/ma/

Nuova ristrutturazione del Museo Africano.    

Il Museo Africano dei Missionari Comboniani nasce da un’idea di mons. Francesco Sogaro, successore di Comboni, che nel 1882 invita don Giuseppe Sembianti ad “istituire in Verona un museo africano per raccogliere gli oggetti interessanti, la scienza o la curiosità che dall’Africa
saranno spediti dai missionari
”. A seguito della prima “esposizione” in una grande stanza, nel 1938 si comincia a delineare un’idea di museo etnografico, che presta anche attenzione alle attività di promozione umana e animazione missionaria. Nei primi anni settanta il museo diventa spazio  aperto, strumento didattico, luogo di studio etno antropologico e vede già affluire migliaia di visitatori.

Nel 1996 è ormai una realtà a livello internazionale, dunque viene di nuovo ristrutturato e ripensato, con percorsi multimediali e attività collaterali sempre su vari aspetti riguardanti l’Africa. Dieci anni dopo, un ulteriore ammodernamento propone una lettura dello spazio museale che ha come traccia il ciclo della vita e i “riti di passaggio” nelle cultura e religiosità tradizionali. Il nuovo allestimento realizzato nel 2014 si impegna a costruire un dialogo tra la collezione permanente, ricca di arte e testimonianze etnografiche e l’Africa contemporanea, industriale e digitalizzata, che convive accanto ad enormi aree di cultura ed economia ancora
profondamente ancestrali.

Il museo oggi allarga lo sguardo sui mutamenti determinati dalla storia post-coloniale, che comprende sia la diaspora del popolo africano, sia le contraddizioni nate dal contatto con le potenti economie occidentali e asiatiche, processi che modificano non solo le strutture politiche dell’Africa, ma anche i suoi paesaggi culturali e naturali. 

 

Per contributi (donazioni liberali) ci si può servire di queste indicazioni:

 Bonifico bancario presso Veneto banca 

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

IBAN: IT 47 M 05035 11702 19057 0352779

Causale:  Progetto Nuovo percorso didattico e culturale del Museo africano n° 2/14

Conto corrente postale numero: 7452142

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

IBAN: IT 87 V 07601 11700 00000 7452142

 

La qualifica di Onlus offre l’opportunità di usufruire della
detraibilità fiscale delle offerte nella dichiarazione di redditi.

Indirizzo: FONDAZIONE NIGRIZIA ONLUS -
Missionari Comboniani
 

Vicolo Pozzo 1 - 37129 Verona

Tel. 045 8092155 – 045 8092271–Fax 045 8092291