AF - 81 VOCI COMUNITARIE PER I RIFUGIATI

La Diocesi di Arua (Uganda) ha ospitato più di 910.522 rifugiati dal Sud Sudan negli ultimi 10 mesi.
La guerra in Sud Sudan ha causato questo enorme afflusso di profughi. Sembra che la volontà politica di risolvere il conflitto non sia ancora presente.
I rifugiati continuano ad abbandonare le loro terre e a rifugiarsi nel territorio della diocesi di Arua.
Radio Pacis, opera nella convinzione che la radio è un mezzo che possa facilitare la formazione di coscienza e consapevolezza tra gli ascoltatori dove possono incontrare il mondo.
Fornendo informazioni affidabili, credibili e costruttive, nonchè messaggi di pace, misericordia e amore, la radio è un potente strumento di trasformazione.
Radio Pacis ha incontrato i rifugiati per più di un anno in particolare nell'area di Rhino Camp, Bidi Bidi, Adjumani.
L'obbiettivo di questo avvicinamento della Radio ai rifugiati è di infondere loro più speranza per il futuro e aiutare la popolazione locale ad accogliere i profughi con grande generosità.
Attraverso i dialoghi e le trasmissioni informano le organizzazioni umanitarie dei reali bisogni di questi rifugiati.
La missione di Radio Pacis è di annunciare la buona notizia a tutti ma, soprattutto ai più vulnerabili e poveri.
Attraverso delle trasmissioni radiofoniche intitolate "Voci Comunitarie per i rifugiati", si intende:
1- Promuovere la pacifica coesistenza nei campi. In ogni campo ci sono persone di diverse culture e lingue. Una convivenza pacifica è di fondamentale importanza.
2- Migliorare la fornitura di servizi per i rifugiati. L'afflusso è così grande che le organizzazioni umanitarie hanno difficoltà a far fronte adeguatamente ai tantissimi bisogni. Le voci dei rifugiati aiuteranno queste organizzazioni a coordinare meglio i loro sforzi.
3- Offrire speranza ai rifugiati per il loro futuro. Tanti sogni sono stati distrutti dalla guerra e dalle violenze del Sud Sudan. Molti giovani ormai fuori scuola, non sono sicuri del loro futuro...hanno bisogno di trovare significato in questa situazione attuale e speranza per il loro futuro. 
I protagonisti delle trasmissioni e dei dialoghi saranno i rifugiati.
Il responsabile del progetto è: P. Pasolini Tonino
Il costo del progetto è: 10.000,00 €


Per contributi (donazioni liberali) ci si può servire di queste indicazioni:

Bonifico bancario presso Banca Etica 

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

IBAN: IT 93 H050 1812 1010 0000 0232 402

Causale:  Progetto AF81 - VOCI COMUNITARIE PER I RIFUGIATI

Oppure con il conto corrente postale numero: 7452142

Intestato a: Fondazione Nigrizia Onlus

Le vostre offerte sono detraibili/deducibili fiscalmente

_______________________________________________________________________________________

IL TUO 5X1000 A FONDAZIONE NIGRIZIA ONLUS CODICE FISCALE 93216840236

TANTO ABBIAMO FATTO GRAZIE AL TUO AIUTO E TANTO POSSIAMO ANCORA FARE CON IL TUO AIUTO.