2 OTTOBRE 2018
I MARTEDI' DEL MONDO
TORNANO I MARTEDI' DEL MONDO: 2 OTTOBRE 2018 ORE 20.30 MISSIONARI COMBONIANI - VERONA

I MARTEDÌ DEL MONDO

Incontri – dibattiti – attualità

 

ERITREA.

PATRIMONIO DI UN’UMANITÀ DIMENTICATA

 

martedì 6 marzo 2018

ore 20.30

Sala Africa dei missionari comboniani

Vicolo Pozzo, 1

Verona

 

 

Un presidente che da 26 anni è al potere. Nessuna organizzazione indipendente, espressione né della società civile né dei media, messi all’indice da anni. Proibita la libertà di opinione, nessuna magistratura. Un servizio militare a tempo indeterminato, definito dalla Commissione d’inchiesta Onu “schiavitù”. Imprigionamenti arbitrari che si trasformano spesso in scomparse degli arrestati, e il 12% della popolazione che scappa dal paese: secondo fonti Onu, circa 5mila ogni mese. Una capitale, Asmara, dichiarata lo scorso luglio, patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Questa è, per sommi capi, l’Eritrea.

Il prossimo appuntamento dei MARTEDÌ DEL MONDO, in programma il 6 marzo, sarà dedicato a questo paese che fu prima colonia italiana, di cui noi italiani ricordiamo poco o niente, che vive da tempo una situazione di dittatura sotto Isaias Afewerki. «In questi ultimi mesi – racconta don Mussie Zerai, relatore della serata – è stata decretata la chiusura di cinque cliniche cattoliche attive da tempo in varie città. Ad Asmara è stato chiuso il seminario minore (che serviva sia la diocesi, sia le congregazioni religiose), e hanno dovuto serrare i battenti anche scuole della Chiesa ortodossa. L’obiettivo sembra chiaro: impedire l’influenza sulla società delle istituzioni religiose e, in particolare della Chiesa cattolica, non vietando il culto ma smantellando le attività sociali “private”. Al di là delle conseguenze subite dalle singole confessioni religiose, a fare le spese di tutto questo è la popolazione, che non ha più strutture serie ed efficienti alle quali rivolgersi».

Il regime chiude i dispensari gestiti da cattolici e proibisce l’attività dei presidi medici cattolici, con la scusa che siano un doppione degli statali, dove in realtà è difficile procurarsi medicine, mancano attrezzature e, come altrove, l’energia elettrica va a singhiozzo.

 

Di questa triste realtà e della continua diaspora eritrea parlerà Don Mussie Zerai, sacerdote eritreo,

punto di riferimento per migliaia di giovani in viaggio verso l’Europa. Candidato a Nobel per la pace nel 2015, don Mussie è fondatore e presidente dell’agenzia di informazione Habeshia, attraverso la quale oltre a dare notizie, offre assistenza telefonica ai migranti che si trovano in difficoltà.

A moderare la serata sarà Jessica Cugini, giornalista di Fondazione Nigrizia.

 

L’incontro del 6 marzo, promosso da Fondazione Nigrizia, Centro missionario diocesano, Suore missionarie comboniane e Cestim, fa parte del ciclo I MARTEDÌ DEL MONDO e si terrà, come di consueto, alle ore 20.30 presso la Sala Africa dei missionari comboniani (vicolo Pozzo, 1). Possibilità di ampio e gratuito parcheggio.

 

Per informazioni: Fondazione Nigrizia onlus: 045.8092390/ 045.8092271; Centro Missionario diocesano: 045.8033519; Suore Missionarie comboniane045.8350424; Cestim: 045.801103.